Tribù mai contattata massacrata da minatori d’oro illegali 

0
23785

Pic: Uncontacted Amazon tribe in 2010. Credit: G.Miranda/FUNAI/Survival

La polizia Brasiliana sta investigando sul massacro di 10 membri di una remota e mai contattata tribù nella regione Amazzonica, ad opera di minatori illegali.

Il delitto, avvenuto lo scorso mese, si è consumato vicino al fiume Jandiatuba, e sarebbe rimasto inosservato se i minatori non avessero iniziato a vantarsi del crimine in una cittadina nelle vicinanze.

“I minatori parlavano al bar di come avessero mutilato e gettato i corpi nel fiume.” ha comunicato Leila Silvia Burger (coordinatrice agenzia brasiliana per la protezione degli indigeni, FUNAI) al New York Times.

Due dei minatori sono già stati arrestati e trasportati a Tabatinga per essere interrogati sul delitto, che si ritiene abbia causato la morte di 1/5 dei membri dell’intera tribù, compresi donne e bambini.

La regione Amazzonica dove il massacro è avvenuto è chiamata valle di Javari (o “Frontiera dei non-contattati”), e confina con Perù, Brasile, e Bolivia.

Si pensa che l’area ospiti il più grande numero di tribù mai contattate nel mondo, con stime di 2000 individui divisi in 20 gruppi isolati: alcuni di questi gruppi non sono mai venuti in contatto con la civiltà dominante, e continuano a vivere esattamente come hanno fatto per millenni.

La tribù danneggiata è detta Fleicheros (“coloro che scoccano frecce”), e il fatto che si tratti di persone che non hanno mai avuto contatti (o soltanto sporadicamente) con il mondo moderno rende estremamente difficile condurre indagini sull’accaduto.

La regione è stata storicamente teatro di saccheggi ed attacchi da parte dei minatori illegali, e la recente riduzione dei fondi dell’agenzia FUNAI (che ha il compito di proteggere gli indigeni) ha peggiorato ulteriormente la situazione.