Rivoluzionaria terapia contro il cancro pronta all’approvazione per uso clinico

0
8062

I metodi tradizionali di trattamento delle malattie, inclusi i circa 200 tipi di cancro noti alla scienza, includono normalmente l’assunzione di farmaci o il sottoporsi a terapie capaci di risolvere problemi non risolvibili dal nostro corpo. L’arrivo della terapia con editing genico, nonostante sia un campo relativamente giovane della medicina, sta cambiando completamente questo paradigma.

Attraverso svariati metodi, il DNA delle cellule del paziente viene editato con incredibile precisione, utilizzando virus sintetici o la forbice molecolare CRISPR; queste cellule con genoma modificato (e migliorato) vengono in seguito reintrodotte nel corpo del paziente, e sono in grado di combattere forme incurabili di leucemia e potenzialmente molte altre forme di cancro.

Fino a questo punto, la terapia genica di questo tipo è rimasta confinata in ambito sperimentale, e ciò significa disponibile soltanto per quelle persone parte di trial clinici.

Tuttavia, come riferisce il New York Times, la situazione è cambiata: la Food and Drug Administration sta per dare il via libera all’uso clinico regolare della terapia genica.

In particolare, l’editing genico verrà utilizzato per curare persone affette da una forma aggressiva di cancro delle cellule sanguigne detto leucemia linfoblastica acuta. Questa forma di leucemia colpisce soprattutto i bambini ed i giovani adulti tra i 3 e i 25 anni, e a volte le terapie tradizionali sono seguite da ricadute (la malattia, che sembrava debellata, ritorna).

Il trattamento è personale per ogni paziente: le cellule vengono estratte, alterate geneticamente, congelate, ed in seguito reintrodotte nel corpo del malato.

La terapia è già stata utilizzata con successo in svariati trial clinici in giro per il mondo; può generare effetti collaterali, ma non minacciano la vita del paziente e soprattutto garantiscono la scomparsa della leucemia negli anni seguenti.

Nonostante vi siano ancora parecchi interrogativi sugli effetti a lungo termine della procedura, la decisione di rendere la terapia disponibile per uso regolare negli ospedali apre un nuovo capitolo nella lotta contro il cancro, offrendo speranze a migliaia di bambini in tutto il mondo.