VIDEO: Incidente d’auto viene previsto dal pilota automatico Tesla con anticipo incredibile

0
15656

Il sistema di guida automatico Tesla (Autopilot) ha fatto parlare parecchio di sé negli ultimi mesi, e se ancora avete dubbi riguardo alla sua affidabilità, vale la pena dare uno sguardo a questo video incredibile.

Il video, che arriva dall’Olanda, mostra il sistema di sicurezza di Autopilot mentre individua una collisione tra due veicoli in autostrada, pochi secondi prima del violentissimo impatto.

Nel filmato, condiviso su Twitter da Hans Noordsij, si può notare come Autopilot inizi a suonare non appena identifica l’ormai inevitabile impatto, riuscendo a prevederlo ed attivando istantaneamente il sistema frenante di emergenza (Autopilot Forward Collision Warning System).

Subito dopo l’allarme, è chiaramente visibile il rovinoso impatto dell’auto davanti con un SUV, che rotola per la corsia addirittura 2 volte prima di fermarsi: si può dire che, senza autopilot, i passeggeri avrebbero di certo rischiato la vita.

Fortunatamente invece l’impatto non ha causato morti, neanche tra i passeggeri del SUV, ed è stato a quanto pare causato dall’eccessiva accelerazione dell’altra auto che non si è accorta che il SUV stava frenando.

Come è possibile che Autopilot abbia previsto l’impatto?

L’ultimo aggiornamento di Autopilot prevedeva l’installazione di radar, in grado di individuare potenziali movimenti ed incidenti prima delle telecamere principali dell’auto; in questo caso, anche il guidatore stesso avrebbe potuto prevedere la collisione, soprattutto perché è facile vedere l’enorme SUV, le cui dimensioni non vengono oscurate dalla piccola auto responsabile dell’impatto.

Tuttavia, se le posizioni dei 2 veicoli fossero state invertite, sarebbe stato davvero difficile rendersi conto dell’impatto prima delle sue disastrose conseguenze.

Come funziona?

Tesla afferma che il nuovo sistema radar sarà in grado di ricavare informazioni inviando segnali al di sotto dell’auto davanti, e quindi rendersi conto anche di possibili ostacoli sulla sua traiettoria. Registrando il diverso tempo di viaggio dei fotoni emessi, sarà possibile distinguere i due segnali, e attivare il freno in caso di necessità.

Tuttavia, non è facile utilizzare i radar come dispositivo sensoriale principale, poiché i fotoni emessi rimbalzano in maniera strana sui diversi materiali; per un radar, le persone appaiono appena individuabili (opache), mentre plastica e legno sono quasi trasparenti.

Le superfici metalliche, invece, amplificano il segnale, e una lattina disposta con la faccia concava verso il radar potrebbe sembrare un grande ostacolo sulla strada. Tesla afferma che sta lavorando su sistemi in grado di identificare al meglio le dimensioni degli oggetti, visualizzandoli in 3D.

Autopilot è un sistema che ha ancora bisogno di essere perfezionato, e per ora non dovrebbe essere utilizzato per sostituire il guidatore; tuttavia, è chiaro ormai che stiamo andando verso una tecnologia di guida automatica che ci permetterà di evitare incidenti di cui altrimenti non ci accorgeremmo in tempo.