Un’isola in Samoa è alimentata al 99% da pannelli solari Tesla

0
5429

Tesla ha annunciato che i suoi pannelli solari stanno alimentando quasi completamente l’isola di Ta’u, nello stato di Samoa.

L’isola è stata a lungo dipendente dalle importazioni di combustibile diesel per la sua energia elettrica, ma ora è una microrete elettrica da 1.4 megawatt a soddisfare tutte le sue necessità, assorbendo e conservando energia solare.

Ta’u è una delle isole principali nel Sud del Pacifico che costituiscono lo stato di Samoa, e si trova a più di 7000 km dalla costa ovest degli USA.

E’ estremamente isolata, ha una popolazione di soli 600 residenti ed è storicamente legata all’importazione di qualunque cosa non sia possibile coltivare, fabbricare, e produrre sull’isola – incluso il carburante che alimenta la rete elettrica.

Ogni generatore presente sull’isola consuma circa 1000 lt di gasolio al giorno, che costituiscono 400.000 lt all’anno.

Oggi, grazie ad una partnership tra SolarCity e Tesla, l’isola è alimentata da 5300 pannelli solari, integrati a 60 Superbatterie Tesla in grado di conservare l’energia per lungo tempo, e riutilzzarla quando necessario.

Gli isolani hanno potuto, grazie a questo sistema, svincolarsi dalla dipendenza dal diesel.

Un post di SolarCity sul blog dell’azienda ha dichiarato che i pannelli forniranno “quasi il 100% di tutti i bisogni energetici dell’isola”.

Ovviamente, è più facile e pratico installare una centrale ad energia solare su un’isola come questa, abbondantemente irradiata dal Sole e con una popolazione di soli 600 abitanti (ed una bassa densità di popolazione).

Ma questo progetto tuttavia è un esempio di come realmente si possa svincolarsi dai combustibili fossili, tramite la giusta rete di infrastrutture energetiche.

Il sistema garantisce 6 megawatt/ ora, ed è in grado di alimentare l’isola per 3 interi giorni senza luce solare – ma quando il sole splende, la rete in sole 7 ore assorbe abbastanza energia per ricaricarsi al 100% della capacità.

Se la radiazione solare è abbastanza costante, la microrete elettrica garantirà una fornitura di corrente molto più affidabile rispetto al sistema basato sul diesel.

“Una volta che il diesel inizia a scarseggiare, dobbiamo razionarlo e usarlo soltanto di mattina e pomeriggio.” afferma Ahsoon, uno dei residenti. “E’ difficile vivere senza avere la certezza che rimanga corrente elettrica. Ricordo che da piccolo usavamo spesso le candele. “

Attualmente, Tesla e SolarCity stanno inoltre installando una centrale solare ancora più grande con circa 55.000 pannelli nell’isola di Kauai (Hawaii), ed Elon Musk (fondatore di Tesla) ha dichiarato che verranno installati molte centinaia di altre centrali simili.

Il progetto viene descritto anche nel video qui di seguito:


Warning: A non-numeric value encountered in /home2/wae5xs0adbo2/public_html/wp-content/themes/Newspaper/includes/wp_booster/td_block.php on line 997