100 anni di incroci hanno rovinato le razze canine

0
13581

Testa quasi rettangolare, dita delle zampe inarcate, torace ampio, e narici rivolte verso il basso. Si tratta degli standard di bellezza per i bull terrier, perlomeno secondo gli show di bellezza per cani.

Tuttavia, il corpo e gli organi di questi cani di pura razza potrebbero essere molto meno funzionali di quanto l’aspetto suggerisca: possono soffrire di malattie cardiache, renali, e neurologiche (incluso il comportamento ossessivo di mordersi la coda).

Problemi del genere non riguardano soltanto i bull terrier; in generale, i cani di razza pura sono considerati ad alto rischio per quanto riguarda i problemi di salute, a causa di una variabilità genetica troppo bassa che favorisce l’insorgenza di malattie ereditarie.

Incrociare i cani con l’obiettivo dell’estetica, al posto di quello della loro salute, può portare a gravi problemi; per esempio, la metà degli esemplari degli spaniel di King Charles sviluppa una patologia alla valvola mitrale del cuore (MVD), che costituisce la maggiore causa di morte di questa razza.

Anche la faccia perfettamente piatta e rugosa di un carlino è un esempio di questo fenomeno, e può portare a problemi respiratori; inoltre, le razze di grandi dimensioni e, generalmente, poco proporzionate (es. bassotto) sviluppano comunemente displasia dell’anca e del gomito anche in tenera età (patologie debilitanti nella deambulazione).

Come illustra questo video di Business Insider, molto spesso i cani più “belli” secondo gli standard sono anche quelli più malati. Come si può leggere nel video:

1) Il bulldog francese fino al 1835 veniva utilizzato come esca nello sport del “bull baiting”, dove serviva ad aizzare i tori (prese da qui il suo nome); nel 1915 erano già chiare le caratteristiche della razza: guance cedevoli, e stazza tarchiata.

Oggi, il bulldog ha delle rughe molto più pronunciate ed un corpo ancora più compatto, soffre di vari problemi respiratori ed è propenso ai colpi di calore.

2) Il pastore tedesco originariamente pesava intorno ai 25 kg (primi del ‘900), aveva un torace ampio e una spina dorsale dritta; oggi arriva a pesare 43 kg, ed è soggetto a problemi di salute, quali displasia dell’anca (le ossa delle zampe non si connettono in maniera corretta all’anca) e torsione dello stomaco, una condizione che causa accumulo di aria nello stomaco e torsione di esso e può essere a volte fatale.

3) Il bull terrier possedeva nei primi del ‘900 una testa ben proporzionata, con un torace slanciato; oggi ha la testa a forma di “palla da rugby”, e un corpo estremamente tarchiato; ha sviluppato denti extra ed è noto per il suo comportamento di mordersi la coda

4) Il bassotto aveva un tempo delle zampe funzionali e un collo proporzionato; oggi il corpo si è allungato, insieme al collo, e le zampe sono innaturalmente corte, e compromettono la deambulazione corretta; il bassotto ha il rischio più alto di qualsiasi altra razza per patologia dei dischi inter-vertebrali, che può causare paralisi.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here