Due fratelli pakistani diventano paralizzati al calare del Sole ogni giorno

0
771

Durante il giorno, il 13enne Shoaib Ahmed e suo fratello di 9 anni Abdul Rasheed si comportano come tutti gli altri ragazzini – giocano con gli amici, camminano, e parlano.

Ma al calare del Sole, i due fratelli diventano paralizzati, incapaci di muoversi o parlare fino al sorgere del Sole. E’ la prima volta che viene riportato un caso del genere, e i medici non hanno idea di cosa causi il disturbo.

“Abbiamo affrontato il caso come una sfida” afferma Javed Akram, professore di medicina al Pakistan Institute of Medical Sciences, in un’intervista con la CBS (uno dei principali canali televisivi USA).

“I medici stanno attualmente effettuando diversi test per determinare perché i ragazzi siano attivi durante il giorno, ma non siano in grado di aprire gli occhi, parlare e mangiare dopo il tramonto”.

I fratelli sono stati soprannominati “i ragazzi del Sole”, e dall’inizio dell’anno hanno vissuto sotto osservazione in un ospedale ad Islamabad (Pakistan).

I medici li hanno presi in cura gratuitamente, e li hanno finora sottoposti a circa 300 test.

La prima cosa a cui hanno pensato i dottori è una relazione del disturbo con la radiazione solare, piuttosto che con gli orari; il padre dei ragazzi ha riferito alla stampa che “i ragazzi prendevano la loro energia dal sole”.

Ma questa (bizzarra) ipotesi è stata ora ufficialmente accantonata, poichè i medici hanno dimostrato che i ragazzi erano in grado di muoversi durante il giorno anche in una stanza completamente buia.

Hanno inoltre mostrato che i fratelli non sono affetti da paralisi temporanee causate da danni nervosi, o da paralisi nel sonno, un disturbo in cui il corpo rimane paralizzato durante il sonno REM mentre il cervello rimane lucido e attivo.

E’ più probabile che il disturbo abbia radici genetiche – la madre e il padre dei ragazzi sono cugini primi, e in Pakistan questo è un fatto abbastanza comune. Come è noto, la procreazione tra consanguinei causa spesso problemi genetici in quanto favorisce l’esprimersi delle mutazione genetiche recessive, e per molti altri motivi.

Una prova dell’indebolimento del DNA causato dall’unione di consanguinei lo offrono famose famiglie di nobili del passato, che mostravano un’incidenza più forte di alcune malattie (es. emofilia).

Tornando al discorso principale, i medici non hanno per ora individuato cause genetiche relative al disturbo; la buona notizia è che l’ospedale ha iniziato a testare varie medicine sui ragazzi, ottenendo qualche risultato incoraggiante.

Alcuni parlano di fatica muscolare (incapacità di contrarre i muscoli), ma allo stato attuale non sembrano esserci valide ipotesi sulla causa.

I medici sperano che ulteriori ricerche porteranno ad una migliore comprensione del disturbo, e sono fiduciosi di poter ridare ai due fratelli una vita normale perlomeno grazie all’individuazione di una terapia efficace.

http://www.sciencealert.com/these-incredible-brothers-become-paralysed-when-the-sun-sets-each-day

Photo Barcroft Media/youtube