Un naturalista ha provato ad addestrare i wolverine a salvare le vittime delle valanghe, e a quanto pare è un grande successo

0
9385
Il ghiottone o volverina è un mammifero carnivoro della famiglia dei mustelidi, diffuso nelle zone artiche di Europa, Asia e America.
 
Il nome deriva dalla sua spiccata voracità; è un predatore estremamente efficiente capace di uccidere prede anche molto più grandi di lui (es. Caribù).
 
Ma nonostante le premesse di aggressività, il ghiottone può essere addomesticato, e a quanto pare una volta che si entra in confidenza con lui si comporta più o meno come un cane.
 
I ghiottoni hanno inoltre un fiuto formidabile: possono fiutare una preda anche 6 metri sotto la neve.
 
Così, il naturalista Mike Miller (Alaska Wildlife Conservation), ha proposto di utilizzarli per salvare le vittime delle valanghe “Tutto quello che può fare un cane, il wolverine riesce a farlo meglio” afferma Miller.
 
“Sembrerebbero animali aggressivi, ma in realtà una volta che ti conoscono sono estremamente leali e hanno un grande senso dell’umorismo” afferma Steve Kroschel, che ha allevato ghiottoni per 35 anni ed è un prolifico fotografo documentarista.
 
Un paio di anni fa, Kroschel simulò un salvataggio per National Geographic, che fu un grande successo: egli seppellì l’ospite dello show sotto qualche metro di neve, e portò un wolverine sul posto.
 
L’animale scavò e raggiunse la vittima in maniera estremamente rapida, molto più veloce di quanto potrebbe fare un cane.


Warning: A non-numeric value encountered in /home2/wae5xs0adbo2/public_html/wp-content/themes/Newspaper/includes/wp_booster/td_block.php on line 997